Bioarchitettura ha le radici profonde

“Bioarchitettura: il progetto e la professione nella quotidianità”

venerdì 9 febbraio 2018  ore 20,45
arch. Giulia Bertolucci, Istituto Nazionale di Bioarchitettura – sezione di Lucca e Studio AxS

Citando L. Steil,  “la pratica del progetto” di (Bio)architettura è configurabile come il perseguimento di una visione ideale dell’individuo e della società in cui è inserito, […] la pratica dell’architettura e dell’urbanistica possono “educare la realtà” attraverso visioni ispirate e scelte consapevoli.

La quotidianità però è differente, la realtà della “pratica del progetto” (e della pratica professionale) si scontra con limiti economici, di fattibilità, quando non anche culturali.

E’ una sfida giornaliera, tesa al miglior compromesso, all’azione più calibrata possibile, rincorrendo quella centralità dell’uomo e rispetto per l’ambiente che vogliono guidare ogni singolo intervento. L’impegno è costante, il risultato il meglio cui si può tendere in quel contesto. E allora, anche se non perfetto rimane bioarchitettura ?